15 aprile: Canti d'amore - Parrocchia San Vincenzo

Vai ai contenuti

Menu principale:

15 aprile: Canti d'amore

Vita della parrocchia > Altre attività > Pomeriggi Insieme. > Ultimi incontri

 
INTRODUZIONE


Guido Vitali

La proposta di questo pomeriggio è quella vivere insieme un percorso musicale, con l’obiettivo di provare insieme a capire, come suggerisce il titolo, come possa l’infinito trovare casa nel finito. Attraverso i brani che sentiremo vogliamo provare ad accostare l’amore umano, cantato in ogni epoca, al Senso Religioso che alberga nel cuore dell’uomo. La musica, anche quella sull’amore, è sempre lo specchio di una dinamica umana che è propria della vita, e a maggior ragione, della dinamica della fede.
Lo facciamo scomodando alcuni brani di musica leggera, pensiamo abbastanza famosi, magari accompagnandoli da qualche parola di commento che speriamo siano di aiuto per addentrarci nel percorso che dicevamo. Il tema dominante di oggi sarà quindi l’amore, il sentimento amoroso che spessissimo nei nostri giorni è alla base di un componimento musicale. Darne una definizione esula dal nostro pomeriggio: sicurezza, bellezza, complicità, appagamento, pienezza. Ogni forma d’arte ne parla.
L’amore umano diventa come il riverbero di un Amore più grande. Si usa dire che l’amore umano è segno di un altro Amore, dove “segno” si dice per una cosa il cui senso è un’altra cosa. Segno è dunque una realtà che non avrebbe spiegazioni se non implicando l’esistenza di un’altra realtà: senza quest’altra realtà, lo sguardo sulla prima si rivelerebbe prestissimo fallace, privo di senso, appunto. Se ci pensate è già quanto Leopardi affermava nel suo celeberrimo
Inno alla sua donna, dove la donna, cioè l’amore era il punto di congiunzione tra mondi diversi, tra la caduca forma e le eterne idee.
Se dell'eterne idee
L'una sei tu, cui di sensibil forma
Sdegni l'eterno senno esser vestita,
E fra caduche spoglie
Provar gli affanni di funerea vita;
O s'altra terra ne' superni giri
Fra' mondi innumerabili t'accoglie,
E più vaga del Sol prossima stella
T'irraggia, e più benigno etere spiri;
Di qua dove son gli anni infausti e brevi,
Questo d'ignoto amante inno ricevi.
  
Indice dei canti
ACONTECEU             
Mi sei scoppiato dentro al cuore             
Il cielo in una stanza             
Se tu non fossi qui             
Lela             
Love Is A Many-Splendored Thing             
Io che amo solo te             
REGINELLA             
La voce del silenzio             
La mente torna             
WHAT IS A YOUTH             
Negra Sombra             
E SE DOMANI             
 
 
Qui sotto vengono proposti
una galleria di immagini del pomeriggio
Due breve filmati

P.S. Non tutto il pomeriggio è stato registrato e verrà riprodotto.
Mi scuso per la non perfetta registrazione audio e per talune mancanze cinematografiche
Nicola Natale
 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu